cordone ombelicale

Il cordone ombelicale, assieme alla placenta, costituisce un ingegnoso sistema "monouso" che la natura ha congegnato per nutrire il feto nel grembo materno.

Addentrarmi nella perfezione delle invenzioni della natura ha per me sempre un fascino irresistibile...

   Grazie per la visita e buona navigazione!

Importanza della conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale


Le cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale [indice]

Nel caso in cui la madre abbia manifestato il desiderio di effettuare una donazione eterologa () o autologa () delle cellule staminali del sangue del cordone ombelicale, un altro clamp verrà messo in modo da poter tagliare il cordone senza fare uscire il sangue contenuto.

Il sangue è costituito da un insieme di cellule e pur essendo di aspetto liquido è a tutti gli effetti un tessuto umano. Il sangue del cordone ombelicale, come ogni tessuto contiene delle cellule, dette "progenitrici", deputate alla "fabbricazione" di nuove cellule che vanno a rimpiazzare quelle che sono giunte spontaneamente alla fine della loro ciclo vitale o quelle distrutte da infezioni o da traumi. Le cellule progenitrici a loro volta vengono generate, tramite un processo di mitosi cellulare asimmetrica, dalle "cellule staminali".

Delle cellule staminali si sente parlare molto spesso (talvolta anche a sproposito). Si tratta di cellule poco o per nulla specializzate ad assolvere un compito specifico, come avviene per tutte le altre cellule di un organismo già formato. Tale particolarità di non essere programmate a fare qualcosa di preciso le rende preziose per essere "istruite" a fare compiti diversi. Tanto meno sono specializzate, tanto più è alta la loro potenzialità di essere "istruite" per diventare una cellula qualsiasi dell'organismo

Nel linguaggio scientifico la potenzialità delle cellule staminali di trasformarsi in cellule specializzate di vario tipo si dice "potenza". Le cellule staminali più "potenti" di tutte (totipotenti) sono quelle dell'embrione, ovvero le cellule staminali embrionali. Solo le cellule staminali embrionali, se stimolate da opportuni segnali chimici, possono generare qualsiasi cellula dell'organismo. Dopo che l'embrione si trasforma in feto, le sue cellule si specializzano, e si specializzano in parte anche le sue cellule staminali, che, sebbene il bambino non sia ancora nato, si definiscono già "cellule staminali adulte".

Le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale sono quindi cellule staminali adulte. Sono cellule staminali ematopoietiche, "multipotenti" perchè possono generare tutte le cellule di un tessuto: il sangue. Il che non è poco, perchè ci sono molte gravi malattie del sangue, piuttosto diffuse, come le leucemie (tumori del sangue) che possono essere validamente curate fino al completo guarimento solo utilizzando le cellule staminali ematopoietiche

Pur trattandosi di staminali adulte, bisogna tenere in considerazione un fatto molto importante: le cellule staminali del cordone ombelicale sono molto più efficaci delle cellule staminali ematopoietiche prelevate da un adulto. L'invecchiamanto delle cellule le rende meno reattive. Molti di voi avranno infatti notato come la guarigione delle ferite in un neonato sia rapidissima rispetto a quanto avviene in un adulto

C'è un'altra lancia da spezzare a favore delle cellule staminali del sangue del cordone ombelicale, questa volta rispetto alle cellule staminali embrionali: la possibilità di generare qualsiasi cellula dell'organismo può disperdere l'efficacia di un trattamento e costituire addirittura un potenziale pericolo perchè, nell'organismo da curare, potrebbero generarsi cellule non desiderate inducendo delle neoplasie. In pratica, se si vuole curare una malattia del sangue è sicuramente meglio usare le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale piuttosto che le cellule staminali embrionali.


Il prelievo del sangue del cordone ombelicale [indice]

Vediamo ora per sommi capi come avviene il prelievo del sangue dal cordone ombelicale. Farò riferimento al kit utilizzato per il servizio di conservazione autologa fornito in italia da Vitafutura, che prevede l'invio ai laboratori dell'Istituto per la Medicina Trasfusionale e Immunoematologia della Croce Rossa Tedesca (Deutches Rotes Kreuz ovvero DRK) di Francoforte. Il motivo di tale scelta è sia per la mia esperienza diretta, sia per il fatto che il kit in questione è omologato dalla Croce Rossa Tedesca, che ha il certificato GMP ed è sicuramente un punto di riferimento affidabile per il prelievo e la conservazione del sangue. La Croce Rossa Tedesca offre il suo servizio sia per la conservazione eterologa (pubblica) che per quella autologa (privata), senza distinzione nelle procedure e nella qualità del servizio offerto




Indice ipertestuale del sito


Fisiologia, operazioni post-parto e consigli per i genitori
  Funzione del cordone ombelicale e della placenta nella gravidanza
  Precauzioni da osservare dopo la nascita

Importanza della conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale
  Le cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale
  Il prelievo del sangue del cordone ombelicale

Disclaimer e Privacy
  Informazione medico-scientifica
  Contenuti
  Modifica dei contenuti
  Diritti d'autore
  Link ipertestuali
  Corrispondenza e Privacy


Copyright © Dr. Silvio Lugato (Biomedical Engineer) 2010-2011
Webdesigner: ProSee.it   

Valid HTML 4.01 Transitional

si prega di leggere:"disclaimer e privacy"